Al di là del mare di Daniela Neri

www.danielaneri.eu

Le immagini sono state scattate nel dicembre 2011 sul litorale del Tamil Nadu, Stato del Sud-Est dell’Unione Indiana, in diverse spiagge della costa:
Chennai, Puducherry, Velankanni, Mahabalipuram.

“Al di là del mare” racconta la vita delle persone che abitano queste spiagge, i figli dello tsunami. Gente che ha ricostruito la propria esistenza, il proprio lavoro, la propria normalità, e che guarda al mare come una risorsa, ma con lo stesso rispetto, affetto e timore che si ha di fronte agli Dei.
La suggestione che mi ha fatto da guida sono il mare sullo sfondo e le parole delle persone in primo piano. Questo lavoro vuole essere il racconto di un viaggio fatto di persone, di rinascita, di giochi di bambini: il racconto di un mare lontano che, in un solo movimento, ho sentito vicino e mi ha fatto paura.

La vita è un viaggio e viaggiare è vivere due volte
Omar Khayyam

Galleria Al di là del mare

La mostra è distribuita dall’Associazione Giovanni Tedde per informazioni:
349 5527230 – ass.giovanni.tedde@tiscali.it

scarica il dossier completo in formato pdf: Scheda Al di là del mare

Cojimies di Daniele Vita

www.danielevita.com

Cojimìes è un piccolo villaggio ecuadoriano situato in un estuario sull’ Oceano Pacifico.
Ci arrivai casualmente. Cercavo una relazione diretta con i miei soggetti, non filtrata da terzi. Volevo registrare la vita quotidiana nelle sue piccole cose, nelle azioni che ogni giorno si ripetono.
Il villaggio è morto e risorto per tre volte in un secolo: colpito da uno tsunami nel 1906, ha affrontato ancora la violenza delle onde nel 1956; infine nel 1982 è stato travolto dall’uragano “El Nino”.
Per anni, la ricchezza per gli abitanti del villaggio è venuta dal lavoro nelle camaroneras, allevamenti di gamberetti di cui Cojimìes era uno dei maggiori produttori in Ecuador fra gli anni ’70 e ’80. Poi con l’epidemia ittica della macchia bianca la produzione dei gamberi scese del 75%. Quasi tutte le camaroneras chiusero e la disoccupazione invase il villaggio.
Oggi solo pochissime persone hanno una piccola imbarcazione per vivere di pesca. Gran parte della popolazione vive, nell’ attesa che qualcosa arrivi.

La mostra è distribuita dall’Associazione Giovanni Tedde per informazioni:
349 5527230 – ass.giovanni.tedde@tiscali.it

scarica il dossier completo in formato pdf: Scheda Cojimies